RB Antiki'ta  Home  |  Chi Siamo  |  Top Lot  |  Le Antiche Chiavi  |  Mostre  |  Contatto  |  La Vetrina Su AnticoAntico

Grate e inferriate

L'argomentazione didattica relativa alle serrature non sarebbe completa se non si includessero le grate e le inferriate. Infatti sono da considerarsi sistemi di serrature fisse, in quanto venivano usate come vere e proprie chiusure a protezione di quelle aperture facilmente raggiungibili; ossia sono elementi di chiusura o barriere fra uno spazio e l'altro, pensate con lo scopo di proteggere e di rinforzare la difesa di un luogo. Sono l'oggetto più classico, assieme alle cancellate e alle ringhiere, della lavorazione del ferro battuto, per le dimensioni, i disegni e le tecniche costruttive tanto varie e complesse.

Grata da finestra con inserti a "S". Italia settentrionale, area lombarda, secolo XV. Pannello formato da strisce verticali di sezione rettangolare, sovrapposte a strisce orizzontali della stessa sezione e inchiodate fra di loro con l'inserimento di una barretta forgiata a forma di "S" (a baffi) con i vertici appuntiti. Dimensioni 45x65 centimetri.

Sono infatti soprattutto le lavorazioni in ferro battuto di questi manufatti che ci hanno lasciato in ogni epoca opere d'arte insigni, monumentali e irripetibili, quale, per esempio, la celebre inferriata che circonda la piazza Stanislao a Nancy (Francia) di Jean Lamour (1698-1771).

È suggestivo pensare all'officina dove il fabbro, con il viso sudato e sporco di fuliggine, protetto dal grembiule di cuoio, forgiava sull'incudine il ferro rovente, appena estratto dalla brace della fucina.

Le sbarre tonde venivano trasformate a caldo in quadrangolari e, viceversa, quelle quadrangolari venivano arroventate e rese tonde. Può sembrare piuttosto anacronistico questo segreto del mestiere, ma in realtà avveniva proprio così. Questa è una delle ragioni per cui il ferro si dice "martellato". Successivamente le sbarre venivano forate a caldo e infilate le une nelle altre, formando disegni di trama e di ordito così suggestivi e artistici da lasciarci incantati. L'opera finita dimostra, a volte, un' abilità tanto stupefacente che a noi oggi pare miracoloso come questo sia potuto accadere, considerando che i fabbri delle epoche passate potevano disporre di solo pochi ed elementari attrezzi.

 

Grata da finestra "inquartata" con cornice esterna di assemblaggio. Lombardia, secolo XVI. Pannello formato da barre orizzontali di sezione quadra e barre verticali della stessa sezione, assemblate in maniera alterna inquartata (a mulinello) a motivi quadri. Dimensioni 82x100 centimetri.

[Indice] [Home page] [Pagina succ.]


Se lo desiderate, potete acquistare il libro "Le antiche chiavi", al prezzo di Euro 80,00 + spese di trasporto, cliccando qui

  Powered By PerfectHost.it