RB Antiki'ta  Home  |  Chi Siamo  |  Top Lot  |  Le Antiche Chiavi  |  Mostre  |  Contatto  |  La Vetrina Su AnticoAntico

Chiavi stampate

 

A partire dalla seconda metà del XIX secolo, cioè agli albori della nuova e moderna tecnologia industriale, si cominciò a costruire chiavi stampate. Nella fase 1 venivano installati gli stampi su un maglio o una pressa idraulica. Gli stampi, che riproducevano in negativo le due metà longitudinali della chiave da realizzare, erano costruiti in acciaio, in maniera che si usurassero il meno possibile e potessero quindi durare più a lungo.

Chiave stampata
a) maglio
1) preparazione degli stampi
2) preparazione del pezzo di ferro
3) stampaggio
4) stampi per tranciare la bava
5) tranciatura della bava
6) rifiniture

Nella fase 2 il pezzo di ferro arroventato veniva appoggiato sullo stampo fisso. Nella fase 3, mediante la pressione esercitata dal maglio o dalla pressa idraulica, si spingeva (si batteva) lo stampo mobile contro quello fisso tante volte quante erano necessarie perchè il ferro arroventato prendesse la forma degli incavi degli stampi.

Nella fase 4 veniva asportata con lime la notevole bava metallica che si era formata in conseguenza della battitura. Nelle officine più organizzate e industrializzate, quest'ultima operazione veniva effettuata con l'aiuto di un secondo maglio o pressa attrezzati con punzoni (stampi) particolari, capaci di tranciare in un colpo solo la bava.

La fase successiva era quella delle rifiniture. Le chiavi di questo tipo sono riconoscibili dai residui di bava metallica lasciati sui punti di difficile rifinitura (per esempio l'interno dell'impugnatura).

Chiavi stampate. Italia anni 1900-1940. Sono state costruite con criteri industriali copiando le forme di quelle antiche. Rifiniture con lime. Le chiavi di questo tipo sono riconoscibili dai residui di bava metallica lasciati sui punti di difficile rifinitura. Lunghezza 15, 8.5 e 8 centimetri.

Le tecniche di costruzione delle chiavi mediante fusione e stampo avevano il vantaggio della possibilità di numerose repliche, senza dover ricorrere ogni volta all'intervento del maestro forgiatore. Il fatto però di preferire alla costruzione artigianale di manufatti in ferro secondo disegni e forme inconsuete la produzione in grande serie fu causa, purtroppo, della definitiva scomparsa dell'aspetto artistico della chiave. Di fronte a ciò non si può fare a meno di constatare che il progresso della tecnica e l'avvento delle macchine ci hanno dato molte comodità, ma ci hanno tolto il gusto, la sensibilità artistica, l'abilità e la genialità del maestro forgiatore e, di conseguenza, l'unicità di ogni chiave.

[Indice] [Home page] [Pagina succ.]


Se lo desiderate, potete acquistare il libro "Le antiche chiavi", al prezzo di Euro 80,00 + spese di trasporto, cliccando qui

  Powered By PerfectHost.it